Under Armour: Using 3D to Make Athletes Better

Under Armour: Using 3D to Make Athletes Better

UA_Large_Logo
La virtualizzazione permette all’industria del Fashion non solo di migliorare e semplificare la creazione dei capi ma anche di fare cose nuove mai viste prima.  Dovendo ridefinire l’intera collezione all’ultimo minuto, la nota azienda americana di abbigliamento sportivo non aveva tempo a sufficienza per creare il numero adeguato di prototipi prima del meeting commerciale per la collezione donna FW15. Grazie alla tecnologia del 3D, in poche settimane, Under Armour è stata in grado di sostituire i prototipi fisici con centinaia di modelli virtuali con un risparmio significativo di costi e tempi di sviluppo prodotto  fino al 50 %. Designer e partner commerciali sono stati in grado fin dal primo momento di collaborare in modo più efficiente e immediato per identificare eventuali problemi, migliorare il fitting, prendere decisioni in tempi più rapidi e apportare le modifiche necessarie per realizzare prodotti migliori per atleti migliori. “La brand mission di Under Armour è quella di migliorare le performance degli atleti grazie alla passione, al design e alla continua ricerca di innovazione che ci caratterizza”, afferma Lisa Struble, Vice President del Dip. di sviluppo prodotto e qualità “Il 3D è la soluzione che ci rende davvero innovativi e permette ai notri team di realizzare il miglior prodotto possibile.”